Chi era Mademoiselle Lenormand?

Mlle Lenormand nasce ad Alençon, il 16 settembre 1768, anche se lei stessa affermava di essere nata il 27 maggio del 1772. Educata in convento, studia le lingue morte, il disegno, la pittura e la musica. Attirata da Parigi, rimane inizialmente nel suo paese, passando da un lavoretto a un altro, fino a quando non ebbe l’occasione di trasferirsi nella capitale.

In futuro, affermerà che già nel 1790 frequentava, a Parigi, l’aristocratico salotto di Madame de La Soussotte. In realtà i primi segni della sua presenza in città, si hanno soltanto a partire dal 1793. Nella capitale, lavora inizialmente in una lavanderia, fino a quando non conosce Madame Françoise Gilbert, che la affaccio’ alla cartomanzia, la materia che la renderà celebre. Incontra all’inizio delle difficoltà, tanto che, per questa attività, viene anche messa in prigione per un breve periodo. Nello stesso periodo conosce il Sig. Flammermont, che durante la sua carriera di cartomante, la farà conoscere al pubblico presentandola (ingannando il pubblico) come « la giovane americana che ha attraversato l’oceano per far beneficiare anche i francesi dei suoi eccezionali talenti »

Mlle Lenormand, dirà che nel 1794, Jean-Paul Marat, noto dottore, fisico e giornalista dell’epoca, Robespierre e Louis Antoine de Saint-Just, uomo politico francese durante la rivoluzione, andarono nel suo studio in rue de Touron per avere, anch’essi, un consulto di cartomanzia. Predisse loro una morte violenta. Per questa predizione disse anche di essere stata imprigionata per un periodo. Le sue affermazioni vennero, pero’, messe fortemente in dubbio dal fatto che Marat venne assassinato il 13 luglio del 1793, quindi prima del loro presunto incontro.

Si dice (ma non ci sono fonti scritte che lo dimostrino) che abbia avuto come clienti anche altri personaggi ancora più celebri come Giuseppina di Beauharnais, moglie di Napoleone, e lo stesso Napoleone. Si dice che abbia predetto, alla moglie del futuro imperatore, la ascesa al potere del marito.

L’indovina scrisse di essere stata la confidente dell’imperatrice Giuseppina di Beauharnais e dello stesso imperatore Napoleone Bonaparte, che però la fece incarcerare due volte per motivi politici. Un giornalista dell’epoca sosteneva però che tutte queste frequentazioni erano frutto della fantasia della Sibilla d’Alençon e che le presunte profezie erano sempre state scritte dopo che i fatti erano avvenuti, mai prima.

Mlle Lenormand guadagno’ però la sua fama in tutta la Francia, fama che la accompagnerà per il resto della sua vita. La stessa fama per la quale sono stati dedicati a lei diversi mazzi di tarocchi, che quindi prendono il suo nome: le Sibille Lenormand. Il primo venne pubblicato già nel 1828, rafforzando la sua fortuna e creandone per le molte giovani cartomanti che a lei si ispiravano.

Mlle Lenormand muore a Parigi il 25 giugno 1843, lasciando ai suoi eredi, oltre al nome, una cospicua eredità.

Fonte: wikipedia – web

soffittaweb

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.