Diventare Selvaggi, Diventare Antichi

Qui di seguito riportiamo un esercizio, la cui fonte potete trovare in fondo a questo articolo, potete farlo quando volete.

Sedetevi o sdraiatevi in un posto tranquillo, dove nessuno vi disturbi per un po’. Staccate il telefono di casa o spegnete il cellulare. Mettetevi in posizione comoda e chiudete gli occhi. Lasciate andare tutte le tensioni e iniziate a risalire attraverso il vostro corpo, muscolo per muscolo, organo per organo, arto per arto. Siate vigili e svegli ma profondamente rilassati, prendetevi il tempo che vi occorre fino ad arrivare al completo rilassamento.

Portate la vostra coscienza alla base della spina dorsale. Immaginate una corrente di energia che oaere dalla terra ed è diretta alla vostra spina dorsale. Questa energia di Gaia vi viene incontro ogni volta che inspirate; è verde brillante. Sentite questa energia scorrere dentro di voi, vi rilassa, dolcemente e ritmicamente. All’altra estremità della spina dorsale c’è una luce rossa: è la finestra in cui scorre l’energia di Gaia, attraverso di voi. Vedrete poi una luce meravigliosa e bianca, che vi accoglie e protegge.

Nell’occhio della vostra mente vedetevi trasformati in esseri del tutto diversi. Non fermatevi solo ad osservare, ma percepite proprio questo mutarvi in altre persone, altre creature. Alcune possibilità sono:

  • Diventate un indigeno del passato. Sentite come un antico abitanre delle foreste, dell coste o del deserto avrebbe percepito il mondo naturale. Chiedetevi: “In che tipo di struttura sociale abito? Cosa indosso? Come sono i miei capelli? Come sento il terreno sotto ai piedi? I miei piedi sono nudi? Se no, che tipo di calzature uso? Che cibo mangio?”. Provate a rispondere a queste domande come farebbe un indigeno.
  • Diventate un animale o un uccello. Visualizzate cosa vi ricopre: pelliccia, squame, guscio, piume, pelle. Quanto sono lunghe le vostre gambe? Avete pinne? Come è la sensazione di volare, strisciare o correre come il vento? Quando dormite? Cosa mangiate? Che suono emettete per chiamare un compagno o quando siete spaventati?

Qualsiasi creatura abbiate deciso di diventare, vivete tutti i suoi stati d’animo e percepite ogni cambiamento nell’ambiente attraverso la vostra nuova condizione. Respiratela, sentitela in ogni muscolo o poro della pelle, finanche nello stomaco. Vivete qyesto senso profondo di trasformazione il più a lungo possiile (venti minuti, mezz’ora anche un’ora) prima di emergere dal rilassamento profondo.

Ritornate piano, riemergete dal rilassamento profondo con calma e tranquillità. Ripetete questo esercizio ogni volta che vi sarà possibile.

Tratto da ” Gaia- Magia per il pianeta” – Francesca Ciancimino Howell – Venexia 2008

soffittaweb

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.